Nuove scosse di terremoto nel centro Italia...

Non abbiamo ancora finito di digerire il disastro di L'Aquila, che purtroppo la nostra Italia è ancora colpita duramente: oggi piangiamo 298 vittime nelle regioni del centro Italia tra Marche, Umbria e Abbruzzo.

Paesi come Pescara del Tronto, Accumuli ed Amatrice, sono stati, praticamente, rasi al suolo, come documentano ampiamente le immagini sul web. Cosa possiamo dire di fronte a questo disastro: la commozione per la morte di tante persone, tra cui un numero elevato di bambini, non è bastata a fermare lo sciacallaggio, che va dal furto si suppellettili tra le rovine, al ben più grave, tam-tam mediatico, cui, purtroppo, ormai siamo abituati, del tentativo dei vari schieramenti politici, di fare polemica su chi gestisce meglio o peggio le emergenze, fino al coro ributtante di quelli che vogliono a tutti i costi cavalcare questa tragedia per fare un parallelo con i migranti e concludere che bisogna smettere di soccorrerli. Di fronte a tutto questo, la nostra posizione è il silenzio. Stiamo, come al solito organizzando qualcosa per dare un segno concreto della nostra solidarietà e del nostro supporto, ma al di là di questo non ci spingiamo. Se la pensate come noi, dite una preghiera per i morti e per i sopravvissuti del terremoto e dateci un contributo alle iniziative che seguiranno...

Noi, nel nostro piccolo, abbiamo deciso di non stare a guardare e di fare qualcosa: parte del ricavato della cena del 9 settembre sarà devoluto a favore della popolazione dell'Italia centrale colpita dal terremoto!

Potete prenotarvi per la cena anche da casa, accedendo alla sezione contatti!

Vi aspettiamo numerosi!